L’Erba a Colori

Con il progetto “Erba a colori” si è voluto creare una rete di strutture museali e agrimuseali, finalizzata a ricostruire alcuni aspetti dell’identità culturale e rurale del Montefeltro, attraverso la storia dei processi lavorativi e dei cambiamenti del paesaggio che hanno caratterizzato le epoche a noi più vicine.

Un viaggio nel tempo ispirato dall’universo vegetale tipico dell’area, genericamente denominato Erba e inteso nella sua accezione più ampia di piante erbacee (ambienti di prateria), arbustive (arbusteti) ed arboree (boschi). Un universo vegetale esplorato negli usi che ne venivano fatti. Un caleidoscopio di saperi raccontati attraverso i diversi usi delle piante nella tradizione rurale.

cartina_percorso

Con il progetto è stato costruito sul territorio un sistema agrimuseale diffuso articolato in 3 punti di interesse: l’Azienda Cancellieri a Cagli specializzata sulle pratiche agricole tradizionali della nostra montagna appenninica, l’Azienda Mochi di Piobbico specializzata sulle pratiche dell’allevamento tradizionali nella nostra montagna appenninica e e l’Azienda Faggi specializzata nell’utilizzo culinario e ornamentale di fiori ed erbe spontanee che opera in un antico mulino idraulico con macine per cereali ed olive.

Tale sistema agrimuseale vanta un forte radicamento territoriale e un interessante collegamento alla rete museale del territorio (musei appartenenti alla categoria di Musei del Territorio e Musei Demo-Etno-Antropologici), nonché ai Centri di Educazione Ambientale “Terre Alte” fortemente specializzati sui servizi socio-educativi, escursionistici e sul turismo rurale.